Chanel vibrato o come indossare uno smalto blu elettrico

Zalando Privé

Ebbene sì, di nuovo Chanel. La voglia di colore, come vedete, prosegue, e questo smalto particolare, vistoso, acceso, ci porrà oggi di fronte a dubbi, domande, considerazioni.

vibrato

chanel vibrato

Ma andiamo con ordine. Vibrato è uscito nella collezione autunno/inverno 2015 della mitica maison delle due C intrecciate, assieme ad un altro blu scuro, Fortissimo. Quando me li sono vista davanti entrambi, ragionevolmente in una serata autunnale di alcuni mesi fa nel mio solito umore da shopping compulsivo – sguardo segnato, necessità di dimenticare tutte le incombenze lavorative nel più breve lasso di tempo possibile, ho avuto qualche dubbio. Gli smalti Chanel, come già vi ho detto, hanno sempre delle nuance particolari. Si vede che, dietro ogni scelta del brand c’è l’intenzione precisa di dettare un trend e aggiungere qualcosa di nuovo.

Il blu, per gli smalti, non è un colore esattamente nuovo: Dior alcuni anni fa ha lanciato Tuxedo, un bellissimo blu perlato e, durante l’ultima riformulazione, Carré blu, altro colore splendido; O.P.I. possiede decine di gradazioni di questa sfumatura, da Dating a Royal, simile a Vibrato, come vedremo più avanti, all’iconico Russian Navy.

Sebbene avesse una sfumatura meravigliosa, quindi, Fortissimo non avrebbe aggiunto nulla di nuovo alla mia collezione di smalti. Quante volte, entrando in una profumeria, avevo preso in mano uno smalto meravigliandomi di quanto fosse bello solo per notare, girando la mano, di averne uno quasi identico sulle mani? Troppe, ve lo assicuro – mi capita molto spesso con quelle sfumature di colore che vanno dal rosso al viola. Quindi, se Chanel avesse lanciato solamente Fortissimo, non l’avrei acquistato.

chanel vibrato swatch

chanel vibrato swatch

Ma c’era anche Vibrato. Un blu intenso, particolarissimo, acrilico, elettrico. Il colore è esattamente come lo vedete nelle foto: cremoso, pieno, lucido, puro. La collezionista che è in me ha sussultato vedendo la bellezza indiscussa di una tinta tanto intensa e viva. E, ovviamente, l’ho acquistato.

Chanel vibrato: stesura, durata, dupe

La particolarità degli smalti Chanel, è cosa nota, sta nell’avere un pennellino estremamente sottile e non proprio facile da utilizzare. A differenza degli O.P.I. e dei Dior, dotati di pennelli abbastanza larghi da coprire con una passata tutta l’unghia, quello di Chanel, essendo più sottile, necessita di due passaggi e una mano ferma. A questo punto è la consistenza dello smalto a giocare un ruolo fondamentale: se non è troppo liquida o densa, la stesura sarà facile e la manicure diventerà un momento piacevole e rilassante, altrimenti si tramuterà nella peggiore mezz’ora della vostra settimana.

ecco come appare l'ultimo nato di casa Chanel, invece: Sunrise Trip

swatch sunrise trip

Ebbene, Vibrato soddisfa ogni più rosea aspettativa; non solo è un punto di blu – blu elettrico, per la precisione, bellissimo e piuttosto raro, ma si stende che è una meraviglia. Come già Desirio, anche lui ha un buona durata, rovinandosi solamente dopo tre giorni sulle punte – cosa accettabilissima, in fondo. Dando un’occhiata al sito, ho visto come Vibrato sia ancora disponibile sullo shop online: deduco, quindi, che sia ancora reperibile nei negozi e che, quindi, possiate acquistarlo, se lo desiderate. L’ultimo nato di casa Chanel, invece, Sunrise Trip, non assomiglia per nulla a Vibrato, attestandosi decisamente su tonalità più vicine all’indaco.

Ma se voleste qualcosa di un altro brand? Rovistando nei cassetto degli smalti, sorta di caverna di tolkieniana memoria tra i miei tesori, ho trovato almeno due dupe di Vibrato: trattasi di Dating a Royal, celebre e bellissimo blu elettrico di casa O.P.I.,  meno intenso del fratello fatto da Chanel e decisamente più grigio, e del Lancome n. 557, Azur Pampelonne, dupe quasi perfetto ma più scuro. In casa Essie, invece, altro brand che amo moltissimo, sembra che non vi siano doppi degni: aruba blue è più scuro e butler please decisamente più chiaro.

vibrato dupes

opi dating a royal, lancome azur, chanel vibrato dupe & comparazione

vibrato dupes

swatch: da sinistra, azur lancome, chanel vibrato e opi dating a royal.

Come abbinare uno smalto blu elettrico come Vibrato?

Noi Cicale Chic, si sa, siamo trentenni. Non bastasse questo dettaglio, quando non indossano i panni creativi di due blogger con chiari segni di grafomania, dobbiamo mantenere l’immagine di professioniste serie, pur senza rinunciare al colore, alla moda e al pizzico di glamour con cui cerchiamo di condire ogni nostro abbigliamento. Si tratta, quest’ultimo, di un bisogno nato col tempo, affermatosi con lentezza. Si intravedeva appena nella collana, negli orecchini o nella sciarpina abbinati ad un capo qualsiasi del vestiario che sfoggiavamo durante le nostre stagioni universitarie, un piccolo raggio di sole e colore nella nostra divisa post-adolescenziale fatta di jeans e uno stile ancora incerto.

Il trucco, il colore, l’abbigliamento, non sono aspetti casuali, ma espressioni della nostra personalità, segni che vanno, tuttavia, calati nella realtà in cui viviamo, che vengono decodificati secondo alfabeti precisi. Questo va tenuto sempre presente. Io ho indossato lo smalto Vibrato per andare a lavoro, sono una trentenne, e il contesto dove passo le lunghe ore della mia giornata non è creativo né tollerante sull’immagine. Eppure l’ho messo. Come, perché? Seguendo qualche accortezza, ovviamente. Ma vediamole insieme.

Vibrato di Chanel è un meraviglioso smalto blu elettrico. È particolare, vistoso, acceso. Eppure, non è troppo chiaro. Non è un azzurro, è decisamente un blu. Questo è il primo punto a suo favore. Pur essendo così intenso, non è assolutamente flou e rimane, tutto sommato, uno smalto abbastanza scuro. Ed è per questo, forse, che indossato è così bello. Se nutrivo qualche perplessità sulla convenienza di comprare un colore così particolare di smalto, quando l’ho visto steso sull’unghia della commessa non ho avuto più alcun dubbio: Vibrato è bellissimo, il blu, anche in questa tonalità, si attesta come un colore di grande impatto, eleganza e tendenza. La mano sembra più affusolata ed il blu spicca sulla pelle in maniera incredibile, catturando l’attenzione con discrezione e glamour.

fedina cuori combo 2

Ma come lo indosso per farlo risaltare il più possibile anche in un contesto serio?

borsa braccialini blu primavera/estate 2015

borsa braccialini blu elettrico – mia adorata!

Lo smalto è un accessorio e, come tale, va trattato. Quando ho indossato Vibrato, ho fatto in modo di avere capi e accessori del medesimo colore. In particolare, ho usato la borsa di Braccialini, collezione primavera/estate 2015, della stessa meravigliosa tonalità di blu dello smalto. A questi due, ho abbinato un paio di jeans con un  cardigan ed un top bianchi. L’alternativa a tale outfit sarebbe potuto essere giacca scura e top blu del medesimo colore dello smalto, o lasciare che l’unico tocco di colore fosse rappresentato, come nel secondo esempio, dalla borsa e da Vibrato, unico tocco di colore tra il nero del cappotto e il bianco della camicia.

Ecco qui, direttamente da Polyvore.

abbinamento con lo smalto vibrato di chanel: top e cardigan bianco, jeans, borsa blu e stivali.

abbinamento con lo smalto vibrato di chanel: top e cardigan bianco, jeans, borsa blu e stivali.

outfit polyvore 2

cappotto e pantalone nero, borsa blu, smalto, una semplice camicia e gli immancabili occhiali da sole – il modello è il mio, il colore no, i miei sono scuri…

La mia solita sete di scrittura è stata anche stavolta parzialmente saziata.

Claudia

4 Commenti

  1. daniela 21 marzo 2016
    • Cicale Chic 21 marzo 2016
  2. Emiliana 13 giugno 2016
    • Cicale Chic 13 giugno 2016

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *