Tom Hiddleston incanta felini

Zalando Privé

Cosa succede se, durante un’ospitata in un programma televisivo, qualcuno mette in mano a Tom Hiddleston un cucciolo di leopardo? Facile, le Cicale si paralizzano. Qualche post fa, Sara analizzava, Vanity Fair alla mano, il potere ipnotizzante che il disturbante – si fa per dire, connubio gatto e figo potevano creare nella giovane donzella cui capitava di posare lo sguardo su immagini simili.

 

E, nella stessa settimana, cosa ci combina il nostro inglese preferito? Si fa riprendere mentre coccola non un micio, ma un cucciolo. Di leopardo. La scorrettezza di questa mossa, signore mie, è da antologia. Nemmeno il perfido e fascinoso alter ego di Mr. Hiddleston, Loki, sarebbe capace di tanto – o forse sì, chissà.

Oh Tom!

Ma allora questa cosa della spalla è una fissazione…

Perché se il gatto, già di per sé, suscita nella spettatrice una serie di gridolini entusiastici, il cucciolo abbatte qualsiasi difesa, manda in pappa il cervello. La colpa è di Madre Natura: i piccoli di quasi tutte le specie sono carini: hanno grandi occhioni, sono paffutelli, morbidi e un po’ goffi. Tutto il loro aspetto, insomma, è scientificamente studiato per suscitare tenerezza, garantendo all’esserino maggiori speranze di sopravvivenza. I cuccioli dei felini, poi, sono creature meravigliose.

Dopo questa sviolinata, torniamo su Tom. Ospite di un classico talk show televisivo oltreoceano, al nostro viene messo tra le mani un cucciolo di leopardo. Non mi chiedete chi o perché. Ho visto il video due volte, pure con i sottotitoli, ma non ho capito un accidente di niente di cosa stesse succedendo – a parte l’ovvio, perché troppo intenta a osservare la creaturina che si lasciava più o meno coccolare dal nostro intrepido Tom Hiddleston che, al pari di noi Cicale, mostrava meraviglia e sorpresa di fronte al “micetto”.

 

Fase 1: l’innamoramento

Cicala Svenuta

Prima fase dell’innamoramento tra Tom e il felino

Tom Hiddleston e Thomas Middleditch sono ospiti di Jack Hanna. Una sorta di Crocodile Dundee entra in studio portando due cuccioli di leopardo sottobraccio. Sono piccoli, hanno circa due mesi. Si siede nel divano accanto al bel Tom e gli porge uno dei animaletti. Il nostro dovrebbe, teoricamente, passarlo al collega seduto di fianco ma scatta subito un certo feeling tra il meraviglioso felino ed il nostro. E, mentre Middleditch prende il fratellino e fa subito conoscenza con i suoi dentini parecchio affilati, Tom e il suo leopardino consolidano il loro amore. Lui lo coccola estasiato, il “micio” si presta soddisfatto e pare gradire, tanto che non solo se ne sta buono ma, ad un certo punto, di fronte allo stupore collettivo, risponde alle attenzioni lavando letteralmente la faccia del nostro inglese preferito. Che, ovviamente, apprezza tale dimostrazione d’affetto.

Tom Hiddleston gatto

Il leopardo ringrazia per le attenzioni

Fase 2 – la fuga

Tom Hiddleston gatto

Il baby leopardo tenta la fuga.

Ma i felini, si sa, sono animali indipendenti. E, nonostante l’amore reciproco, il cucciolotto, profittando dell’abbassamento della guardia del nostro, si lancia sulla spalla di Tom e tenta la fuga. Tre volte. Quella delle fusa e delle coccole era tutta una tattica dell’astuto “micino” per fuggire, arrampicandosi sulla spalla del nostro eroe che, per ben tre volte riesce però a riacciuffare l’intraprendente palla di pelo. Più o meno. Il micio, difatti, prima gli si appende al braccio, poi guadagna con un mezzo balzo la scapola, rendendo quasi vano il contorcersi sul divano di Tom che, infine, aiutato anche da Crocodile Dundee riesce a riacciuffarlo. Infine il baby leopardo tenta il tutto per tutto nell’ultima evasione. Ma Tom riprende agilmente – si fa per dire, la situazione in mano e ferma, per l’ultima, definitiva volta quel curiosone del micetto. E se lo stringe saldamente al petto.

Tom Hiddleston gatto

Meraviglia!

Fase 3 – la gelosia

Il baby leopardo pare chetarsi, stretto tra le braccia di Tom Hiddleston. Ma, come ogni storia d’amore, interviene un elemento esterno a turbare l’idillio. In studio entra un pinguino. Jack Hanna quasi esplode in lacrime dalla contentezza e anche Tom è affascinato dall’elegante ospite. E il cucciolo che fa? Si ribella, di nuovo, tentando di fuggire ancora dalla stretta del nostro eroe e di riguadagnare, ancora e di nuovo, la spalla di Tom. E la libertà, chissà.

Tom Hiddleston gatto

Il terzo incomodo: il pinguino

Fase 4 – è una giostra che va

Dopo aver quasi ripreso il sopravvento, il nostro eroe riesce tuttavia a gestire il cucciolo, e lo fa con una citazione colta, una perla da intenditori: solleva il “micio” con due mani come nella topica scena del film Disney “Il Re Leone” dove la scimmia Rafiki solleva il giovane Simba al cielo.

Tom Hiddleston gatto

è una giostra che vaaaaa

Tom Hiddleston e i gatti

Tuttavia, Tom Hiddleston non era nuovo a farsi immortalare con adorabili felini. In un servizio fotografico di qualche anno fa, lo vedevamo concedere con aria dubbiosa un’allettante fetta di pancetta ad un delizioso micetto. E qui, la foto si commenterebbe da sola, tanto e tale è il suo potere ipnotico.

Tom Hiddleston gatto

Meraviglioso servizio fotografico con Tom Hiddleston e micio. Un plauso al fotografo, cui vanno i credits e i ringraziamenti.

Sia Chris che Tom, al solito, dilettano dunque le vostre Cicale preferite, perfidi burloni che non sono altro, e noi non possiamo che scriverne, come potremmo esimerci, del resto? Sembra quasi che si siano messi d’accordo, con la loro aria furbetta e sguardo Ammazza-Cicala d’ordinanza.

E comunque, la giacca di Tom è di Armani

Ce li immaginiamo, nel nostro universo distopico preferito, mentre confabulano escogitando il modo di distrarci durante le lunghe giornate lavorative. “Ma sì, facciamoci immortalare con mici, gatti, tigrotti e quant’altro,” suggerisce Tom a Chris. “Del resto, Claudia si rincretinisce già da sola quando vede un micio: ci parla, lo accarezza, lo coccola. Impazzisce per i gatti. Pensa quanto sclera se ci vede con un gatto intorno!”

Tom Hiddleston gatto

L’aria beata del gatto dice tutto

“Prova a prendere in braccio un leopardo, alza il tiro,” suggerisce Chris, fiero di aver spinto Sara all’acquisto compulsivo di riviste.

E noi, al solito, giù nel tunnel.

Claudia

2 Commenti

  1. Emiliana 26 giugno 2017
    • Cicale Chic 27 giugno 2017

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *